domenica 18 novembre 2012

Verso l'autoregolazione della risorsa idrica


Finalmente 5 minuti di tempo per scrivere un post riguardo Hydrology and Society, il ciclo di seminari tenutosi questa settimana al Circolo dei Lettori. Sono stati presentati articoli e progetti affascinantissimi - e anche qualcuno incomprensibile a dire il vero. Qui voglio soffermarmi su uno in particolare: Towards social self-regulation of hydrological systems.
Il dipartimento di Scienze Forestali e Ambientali dell'Istituto di Idrologia Albert Ludwigs (Università di Freiburg) ha presentato una soluzione che concilia la richiesta di un denso monitoraggio dei sistemi idrologici (che spesso sono molto eterogenei) con la volontà di creare un approccio partecipativo e, soprattutto, un'autogestione consapevole della risorsa idrica nei paesi in via di sviluppo. Tutto questo attraverso tecnologie a bassissimo costo e, ragione non meno importante, riuscendo a dare un taglio netto alla propagazione dell'errore nella rete di analisi e comunicazione dei dati. Fantastico, no?!
Ecco un piccolo stralcio dell'abstract, che potete scaricare facilmente sul sito di eguleonardo

Still, it is often quite simple for local residents (farmers, water users) to directly evalute these integrated indicators on the ground: Is drinking water of sufficient quality, does it smell or taste bad, are there water-related diseases in the community? How is the state of grazing land, are there signs of agricultural drought? Did erosion occur, was there surface runoff with localized erosion? How is the turbidity of rivers and springs? In some cases local residents observe ecosystem parameters that we rarely pay attention to: Which type of fauna (e.g. birds) can be observed, do they indicate scarcity of surface water resources (this is a parameter Bushmen communities were used to observe to find and identify the proximity to water pools in the Kalahari). When do plants grow or bloom, how is their state? This talk addresses methods and possibilities to collect, aggregate and process these informations in a social-hydrological monitoring network.


Nessun commento:

Posta un commento